Too Sweet to be True

blueberry.png

Che bello My Blueberry Nights. Sembra quasi uno scherzo, una carrellata di miti ravvivati egoisticamente da un regista che può fare quello che vuole … dedicati quasi in esclusiva a certi trentenni nostalgici che preferiscono ancora perdersi in sogni più o meno ridicoli … nonostante i coriandoli siano oggigiorno a portata di mano un po’ per tutti. Sarà che Wong Kar Wai i road trip se li sognava da bambino mentre ascoltava vinili registrati e stampati dall’altra parte del mondo. Le sue fantasie si saranno fermate lì, un po’ come per certa gente che conosco io.

Alla fine viene fuori un film di stereotipi sentimentali fuori moda, a ritrarre un’America immaginaria che esiste solo nella storia del cinema. Sarebbe stato bello vederlo nella monosala d’essai con gli amici colti … magari parlarne davanti ad una bottiglia di vino alle 2 di notte … invece no, Blueberry scorre sul laptop, chissà che cosa ne penserebbe Mr. Kar Wai del mio trattamento poco rispettoso. Un film così emo, così manieristicamente nostalgico e lontano dal cinismo e dalle psicosi caratteristici delle interazioni cinematografiche moderne lo poteva fare solo uno di Hong Kong.

~ di Davide su marzo 2, 2008.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: